Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
XagenaNewsletter

Tra le donne sottoposte a chemioterapia per carcinoma mammario in fase iniziale, l'esposizione alle statine ha ridotto del 66% il rischio di ricovero in ospedale a causa di scompenso cardiaco. Le a ...


Vericiguat, un nuovo stimolatore orale della guanilato-ciclasi solubile, ha ridotto l'incidenza di ricovero in ospedale per scompenso cardiaco o di morte per cause cardiovascolari rispetto al placebo ...


Il Nitrito di sodio per via endovenosa ( IV ) somministrato per arresto cardiaco extra-ospedaliero non ha avuto effetti sulla sopravvivenza al ricovero o alla dimissione ospedaliera rispetto al placeb ...


I risultati dello studio di fase 2 MAVERICK-HCM nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica non-ostruttiva, hanno mostrato che il trattamento con Mavacamten è ben tollerato e ha ridotto i biomarcatori ...


COVID-19 può avere conseguenze fatali per le persone con patologie cardiovascolari sottostanti e può causare lesioni cardiache anche in pazienti senza patologie cardiache sottostanti. Le malattie v ...


Il Cilostazolo è risultato associato a una tendenza alla riduzione della ristenosi dello stent nei pazienti sottoposti ad angioplastica carotidea con stent ( CAS ) a 2 anni. Tuttavia, rispetto ad alt ...


Da uno studio retrospettivo di coorte è emerso che la Vareniclina ( Champix ) non è risultata associata a un aumentato rischio di ricovero per cause cardiovascolari o neuropsichiatriche rispetto alle ...


Gli esiti a lungo termine dopo intervento coronarico percutaneo ( PCI ) con stent a rilascio di farmaco contemporanei, rispetto all'innesto di bypass coronarico ( CABG ), nei pazienti con malattia del ...


L’inibitore del recettore dell'angiotensina e della neprilisina Sacubitril - Valsartan ( Entresto ) ha portato a un ridotto rischio di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca o morte per cause car ...


Le persone con basso stato socioeconomico e le persone non-bianche negli Stati Uniti hanno alti tassi di malattie cardiovascolari. L'uso di pillole combinate contenenti basse dosi di farmaci con com ...


Esistono dati limitati da studi randomizzati che hanno valutato l'uso della terapia antitrombotica in pazienti con fibrillazione atriale e malattia coronarica stabile. In uno studio multicentrico i ...


La Serelaxina è una forma ricombinante della relaxina-2 umana, un ormone vasodilatatore che contribuisce agli adattamenti cardiovascolari e renali durante la gravidanza. Precedenti studi hanno sugge ...


Le analisi continuano a mostrare un rischio di mortalità a lungo termine associato a dispositivi rivestiti con Paclitaxel nei pazienti con arteriopatia periferica. Il rischio di mortalità a lungo t ...


Il ruolo della valutazione della possibilità di vitalità miocardica nell'identificazione di pazienti con cardiomiopatia ischemica che potrebbero trarre beneficio dalla rivascolarizzazione chirurgica r ...


Gli adulti con una storia di artrite giovanile presentano un rischio maggiore di malattia coronarica rispetto a quelli senza artrite. Per analizzare il rischio di malattia coronarica negli adulti c ...