Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Cardiobase
Xagena Mappa

Risultati ricerca per "Infarto miocardico"

Gli effetti dell'Acido Bempedoico ( Nilemdo ) sugli esiti cardiovascolari nei pazienti intolleranti alle statine senza un precedente evento cardiovascolare ( prevenzione primaria ) non sono stati comp ...


L'intervento coronarico percutaneo ( PCI ) guidato dall'imaging è associato a esiti clinici migliori rispetto all’intervento coronarico percutaneo guidato dall'angiografia. Non è chiaro se la guida ...


Il beneficio della rivascolarizzazione completa nei pazienti più anziani ( 75 anni di età e oltre ) con infarto miocardico e malattia multivasale rimane non ben definito. In questo studio multicent ...


Gli effetti dell'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) negli adulti senza malattia cardiovascolare aterosclerotica ( ASCVD ), stratificati in base all'uso di statine ( farmaci ipocolesterolemizzanti ) n ...


Una polipillola che include farmaci chiave associati a esiti migliori ( Aspirina, inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina [ ACE inibitore ] e statina ) è stata proposta come un approcci ...


Livelli elevati di trigliceridi sono associati a un aumento del rischio cardiovascolare, ma non è chiaro se la riduzione di questi livelli abbassi l'incidenza di eventi cardiovascolari. Pemafibrato, ...


Non è chiaro se il Clortalidone ( Igroton ) sia superiore all'Idroclorotiazide ( Esidrex ) nella prevenzione di eventi avversi cardiovascolari maggiori nei pazienti con ipertensione. In uno studio ...


L'Acido Bempedoico ( Nilemdo ), un inibitore dell'ATP citrato liasi, riduce i livelli di colesterolo da lipoproteine a bassa densità ( LDL ) ed è associato a una bassa incidenza di eventi avversi musc ...


La relazione tra assunzione di sodio e malattie cardiovascolari rimane controversa, in parte a causa della valutazione imprecisa dell'assunzione di sodio. La valutazione dell'escrezione urinaria nel ...


Secondo i dati, i rischi di eventi cardiaci avversi maggiori e di tromboembolismo venoso nei pazienti con artrite reumatoide non differiscono significativamente tra quelli trattati con inibitori della ...


Gli alti livelli di colesterolo non producono alcun sintomo. Tuttavia, aumentano il rischio di malattie cardiovascolari come infarto miocardico e ictus. Le statine sono il trattamento più comune pe ...


I pazienti con gotta hanno maggiori probabilità di sperimentare un evento cardiovascolare a seguito di una riacutizzazione. Oltre ai tradizionali fattori di rischio cardiovascolare, l'infiammazione è ...


Nella diagnosi della coronaropatia ( CAD ) ostruttiva, la tomografia computerizzata ( TC ) è un'alternativa accurata e non-invasiva all'angiografia coronarica invasiva ( ICA ). Tuttavia, l'efficacia c ...


Nei pazienti di età inferiore a 75 anni con fibrillazione atriale, una strategia di controllo del ritmo precoce è stata associata a migliori esiti cardiovascolari rispetto a una strategia di controllo ...


Lo shock cardiogeno è associato a una sostanziale morbilità e mortalità. Sebbene il supporto inotropo sia un pilastro della terapia medica per lo shock cardiogeno, esistono poche evidenze per guidare ...