52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
XagenaNewsletter

Le statine utilizzate ad alti dosaggi possono causare danno renale acuto


Uno studio di revisione ha evidenziato una connessione tra statine ( farmaci ipocolesterolemizzanti ) e danno renale.

Sono state esaminate oltre 2 milioni di cartelle cliniche nel periodo 1997-2008 in Canada, Stati Uniti e Regno Unito, nonché le banchedati degli studi che hanno riguardato le statine Simvastatina ( Zocor ), Atorvastatina ( Lipitor; in Italia: Torvast ) e Rosuvastatina ( Crestor ).

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti senza precedente diagnosi di malattie renali che stavano assumendo una statina ad alto dosaggio hanno presentato una più alta incidenza del 34% di essere ricoverati in ospedale per insufficienza renale acuta entro 120 giorni dal primo trattamento rispetto ai pazienti trattati con una bassa dose di statine.

Una statina ad alta potenza è stata definita come un dosaggio uguale o superiore a 40 mg di Simvastatina, 20 mg di Atorvastatina, o 10 mg di Rosuvastatina.

I ricercatori hanno concluso che i pazienti a cui vengono prescritte statine ad alta potenza, presentano un aumento del rischio di ospedalizzazione per insufficienza renale acuta rispetto ai pazienti che assumono statine con potenza inferiore.

Al sistema AERS della Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA, sono giunte, nel periodo 1997-2012, segnalazioni di 20 casi di insufficienza renale grave tra i pazienti trattati con Atorvastatina, Rosuvastatina e Simvastatina; in 1.477 casi le statine erano il farmaco su cui ricadevano i principali sospetti di essere causa di insufficienza renale acuta.

Questa non è la prima volta che le statine sono stati associate ad eventi avversi. Le persone che fanno uso di statine per abbassare i livelli di colesterolo LDL possono essere a maggior rischio di sviluppare cataratta correlata all'età.
L'associazione tra statine e cataratta appare essere uguale alla associazione tra cataratta e diabete mellito di tipo 2. Questo è significativo, perché l'uso di statine è generalmente più elevato tra i pazienti diabetici, rispetto alla popolazione generale.

E’ noto che le statine possono causare miopatia ( danno muscolare grave ) e devono essere assunte con cautela, e alla dose più bassa possibile, per ridurre il rischio di questo effetto indesiderato. ( Xagena2013 )

Fonte: British Medical Journal, 2013


Cardio2013 Nefro2013 Farma2013


Indietro