Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

La sospensione della Digossina può danneggiare i pazienti ospedalizzati con insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione


Tra i pazienti ricoverati in ospedale per insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione ( HFrEF ), l'interruzione della Digossina è risultata associata a esiti peggiori rispetto al mantenimento del trattamento con Digossina.

Da una coorte di 3.499 pazienti del registro OPTIMIZE-HF ammessi per scompenso cardiaco HFrEF mentre erano già in trattamento con Digossina, i ricercatori hanno confrontato i risultati tra coloro che hanno interrotto la Digossina e quelli che non lo hanno fatto.

Dopo l'abbinamento per propensione, la popolazione dello studio era composta da 698 pazienti che avevano interrotto la Digossina e 698 che erano rimasti in trattamento ( età media, 76 anni; 41% uomini; 13% neri; media della frazione di eiezione [ EF ], 28%; il 65% assumeva beta-bloccanti ).

A 4 anni dopo la dimissione, rispetto al gruppo che aveva assunto Digossina, il gruppo che ha interrotto la terapia ha presentato un rischio più elevato di riammissione in ospedale per scompenso cardiaco ( hazard ratio, HR = 1.21; IC 95%, 1.05-1.39 ), riammissione in ospedale per tutte le cause ( HR = 1.16; IC 95%, 1.04-1.31 ) e riammissione in ospedale per scompenso cardiaco / mortalità per tutte le cause ( HR = 1.2; IC 95%, 1.07-1.34 ).

Non è stata riscontrata alcuna differenza significativa tra i gruppi riguardo alla mortalità per tutte le cause a 4 anni ( HR=1.09; IC 95%, 0.97-1.24 ).

A 30 giorni, il gruppo di sospensione della Digossina presentava un rischio più elevato di mortalità per tutte le cause ( HR = 1.8; IC 95%, 1.26-2.57 ) e riammissione in ospedale per scompenso cardiaco / mortalità per qualsiasi causa ( HR = 1.36; IC 95%, 1.09-1.71 ), ma non per la riammissione per lo scompenso cardiaco o la riammissione per qualsiasi causa.
A 6 mesi e a 1 anno, il gruppo di interruzione ha mostrato un rischio più elevato di riammissione ospedaliera per scompenso cardiaco, riammissione per qualsiasi causa, riammissione per scompenso cardiaco / mortalità per tutte le cause, e mortalità per qualsiasi causa.

Questo è il primo report sugli esiti avversi associati all'interruzione della terapia con Digossina pre-ricovero in una coorte associata per punteggio di propensione di pazienti anziani ospedalizzati con insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione in terapia contemporanea con farmaci quali ACE-inibitori / bloccanti il recettore dell'angiotensina, beta-bloccanti e antagonisti del recettore dei mineralcorticoidi. ( Xagena2019 )

Fonte: Journal of American College of Cardiology, 2019

Cardio2019 Farma2019


Indietro