52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
XagenaNewsletter

La radioterapia per il cancro al seno aumenta il rischio di malattia cardiaca


Uno studio ha mostrato un aumentato rischio di malattia cardiaca nelle donne sottoposte a radioterapia per il cancro al seno. E’ stato riscontrato un aumento lineare del tasso di malattie cardiache associato con la dose di radiazione che ha interessato il cuore.
A partire da 5 anni dopo la radioterapia, e senza alcun segno di una soglia, il rischio di eventi coronarici maggiori è aumentato del 7.4% per ogni gray ( Gy ).
La dose media di radiazione è stata di 4 Gy.
L'aumento del rischio assoluto è risultato maggiore nelle donne con fattori di rischio cardiaci o con malattie cardiache pre-esistenti.

Gli autori hanno stimato che per una donna di 50 anni senza preesistenti fattori di rischio e con una esposizione media alle radiazioni di 3 Gy, il rischio di morte per cardiopatia ischemica a 80 anni passerebbe dal 1.9% al 2.4%, e il rischio di un evento coronarico acuto passerebbe dal 4.5% al 5.4%.
Il rischio di morte a 80 anni per una donna con fattori di rischio esistenti passerebbe dal 3.4% al 4.1%.
Le donne esposte a dosi elevate di radiazioni presenterebbero rischi ancora maggiori.

Nell'editoriale di accompagnamento, Javid Moslehi del Dana-Farber Cancer Institute a Boston ( Stati Uniti ) sostiene che i risultati dello studio indicano che i fattori di rischio cardiaco devono essere gestiti in modo aggressivo, a partire al momento del trattamento radiante ( o anche prima ) e proseguendo per tutto il periodo di sopravvivenza della donna.

La radioterapia, inoltre, può causare un aumento della malattia pericardica, malattia vascolare periferica, cardiomiopatia, disfunzione valvolare, e aritmie. ( Xagena2013 )

Fonte: The New England Journal of Medicine, 2013


Cardio2013 Onco2013



Indietro