52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
XagenaNewsletter

Interrotto prima del tempo lo Studio CONVINCE: Verapamil nell’ipertensione


Lo studio CONVINCE ( Controlled Onset Verapamil Investigation of Cardiovascular Endpoints ) è stato interrotto prima del tempo dall’industria farmaceutica sponsor. 
Lo studio CONVINCE aveva come obiettivo la valutazione dell’efficacia di una nuova formulazione di Verapamil in grado di ridurre l’incidenza dell’infarto miocardico non fatale , ictus , o malattia cardiovascolare fatale nei pazienti con ipertensione.
Il Verapamil è stato confrontato con un farmaco standard ( Atenololo o Idroclorotiazide ) , come raccomandato dal Joint National Committee on Detection , Evaluation and Treatment of High Blood Pressure.
I pazienti arruolati sono stati 16.602 , d’età superiore ai 55 anni con ipertensione primaria e con almeno uno dei seguenti fattori di rischio: fumo , infarto miocardico , ictus , diabete di tipo II , ipertrofia ventricolare sinistra , obesità , iperlipidemia , soffio vascolare , malattia cardiovascolare nota.
Il periodo di follow-up medio era di 5 anni.
Non è nota con esattezza la motivazione che ha indotto lo sponsor ad interrompere prima del tempo lo studio. L’industria farmaceutica potrebbe aver deciso l’interruzione dello sviluppo del farmaco. ( Xagena2002 )

Sica DA , J Clin Hypertens 2002; 4 : 219-225


Indietro