Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
XagenaNewsletter

Apixaban nella sindrome coronarica acuta: lo studio APPRAISE-2 interrotto


Bristol-Myers Squibb e Pfizer hanno interrotto la fase 3 dello studio clinico APPRAISE-2 nei pazienti con recente sindrome coronarica acuta ( ACS ) trattati con Apixaban o placebo in aggiunta a mono o doppia terapia antiaggregante.

Lo studio è stato interrotto precocemente sulla base della raccomandazione del Data Monitoring Committee ( DMC ).
E’ stata riscontrata una chiara evidenza di un aumento clinicamente importante di sanguinamento tra i pazienti randomizzati ad Apixaban. Questo aumento di sanguinamento non è stato compensato da una riduzione clinicamente significativa di eventi ischemici.

Lo studio APPRAISE-2 ( Apixaban for Prevention of Acute Ischemic Events 2 ), uno di nove studi clinici che hanno valutato Apixaban nei pazienti a rischio di eventi ischemici, è stato progettato per includere circa 10.800 pazienti con una recente sindrome coronarica acuta.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale ad Apixaban 5 mg due volte al giorno, oppure a placebo.
Lo studio è stato condotto in 40 Paesi.

La raccomandazione di sospendere APPRAISE-2 riguarda solo la popolazione ad alto rischio di pazienti affetti da sindrome coronarica acuta sottoposti a terapia antipiastrinica.

Apixaban è un inibitore orale del fattore Xa. ( Xagena2010 )

Fonte: Bristol-Myers Squibb, 2010


Cardio2010 Farma2010


Indietro